Il prezzo dei Bitcoin sta uscendo dal mercato degli orsi? Il rapporto NVT consiglia di aspettare e vedere

Secondo Michael Novogratz e altri, il fondo del mercato dell’orso è stato raggiunto e i tempi sono maturi per un mercato dei tori. Ma è questo che cosa offre attualmente il tasso di Bitcoin? Il rapporto NVT può aiutare a stimare la fine di un mercato orso.

Le voci a favore del corso Bitcoin cambiano ancora una volta: alimentati dalle preoccupazioni per una nuova crisi economica, alcuni si sono espressi a favore di Bitcoin, come dimostra l’ultimo parere di ECHO. Michael Novogratz ha persino annunciato l’atteso terreno e la fine del mercato degli orsi. Altri dicono che settembre ha sempre portato ad un aumento del prezzo delle azioni Bitcoin.

Qual è la validità di Bitcoin trader?

Dichiarazioni rialziste come Adieu di Charlie Shrem a tassi Bitcoin trader inferiori a 10.000 dollari USA non si sono rivelate vere. In altri articoli abbiamo guardato in modo critico e basato su dati a previsioni rialziste per stimare quanto siano probabili o improbabili.

Per quanto riguarda il mese di settembre come la Pasqua del corso Bitcoin, il dubbio è anche chiamato per. Non solo tali approcci non sempre si sono dimostrati corretti in passato, ma le statistiche (già inadeguate) difficilmente forniscono tale certezza:

Otto misure non sono davvero sufficienti per giustificare una dichiarazione del marchio “Settembre porta sempre ad un mercato dei tori”. Come mostra il grafico di cui sopra, nemmeno la scarsità dei dati conferma tale affermazione.

Il cripto equivalente ai rapporti

P/E: Il rapporto NVT. Ma quando finirà il mercato degli orsi per il corso Bitcoin? BTC-ECHO ha fatto riferimento quasi regolarmente alla media mobile delle ultime 20 settimane, MA20. Si applica la semplice regola empirica: se il prezzo del Bitcoin è superiore al MA20 nel grafico settimanale per diverse settimane, si può di nuovo parlare di un mercato dei tori. Un altro indicatore può aiutare a catturare l’attuale sentimento del mercato e ad articolare quanto si è lontani dal mercato dei tori. Stiamo parlando del rapporto NVT o del rapporto NVT.

Il rapporto NVT è un’invenzione di Willy Woo. La loro base è definita come il rapporto tra la capitalizzazione di mercato e il volume degli scambi. Corrisponde in qualche modo al rapporto P/E, il rapporto acquisto / profitto dal mercato azionario classico. Quanto più basso è questo rapporto, tanto più sottovalutata è la moneta criptata per quanto riguarda il suo utilizzo come mezzo di pagamento. Più alto è il rapporto, meno la valuta criptata viene utilizzata per il rating. Può darsi che questo sia l’inizio di un’ondata sostenibile di adattamento, ma, come ha dimostrato il passato, era legato alla formazione di una bolla.

Stima del sentimento del mercato dal prezzo di Bitcoin con NVT e MA20
Il rapporto NVT può essere ben combinato con la vista precedente del MA20 nel grafico settimanale. Il grafico seguente mostra il prezzo di chiusura di ogni settimana in blu, la media mobile in rosso e il corrispondente rapporto NVT in un secondo pannello in verde.

Come potete vedere, il rapporto NVT è piuttosto rumoroso. Willy Woo utilizza quindi sempre una speciale media mobile su 14 valori passati e 14 valori futuri nelle sue osservazioni. Un ulteriore sviluppo, il segnale NVT sviluppato da Dimitry Kalichkin, ha una media degli ultimi 90 giorni. In entrambi i casi le curve sono molto più morbide, ma con una forte influenza del passato.

Cosa ci insegna il NVT? Usa la moneta!
Si può vedere che il rapporto NVT ha assunto per lo più valori inferiori a 150. Il rapporto tra il 2014 e il 2018 è aumentato drasticamente, l’hype che si era verificato prima ha portato ad una sopravvalutazione e il paradigma “HODL” ha portato ad un calo del volume degli scambi.

I dati di cui sopra mostrano che la situazione attuale è simile a quella della metà del 2014. Il MA20 nel grafico settimanale è stato testato più volte senza successo e il rapporto NVT variava tra 200 e 350. La storia non deve mai essere ripetuta, ma il continuo sviluppo tra il 2014 e il 2015 è un segnale d’allarme. A metà del 2014 il corso azionario è sceso di oltre il 60% rispetto al massimo storico di fine 2013. Tuttavia, c’è stata ancora una prolungata flessione, che ha portato a una perdita totale dei prezzi dell’83% entro l’inizio del 2015.

Attualmente, il prezzo delle azioni è sceso del 68% rispetto al massimo storico alla fine dell’anno scorso, quindi la perdita di prezzo è simile alla situazione di metà del 2014. Il rapporto NVT suggerisce che ci possono essere ancora perdite di prezzo qui, che il fondo non è stato ancora raggiunto.

Cosa puoi fare? In primavera abbiamo sottolineato: Usa la moneta! Hodl non semplicemente, ma usarlo per ordinare voi sopra le cose belle rete. Non solo il nostro negozio accetta Bitcoin per la maggior parte, sotto i punti di accettazione abbiamo